www.wineconcept.it

Racconti

Pergole Torte

piccolo racconto di un mito

Fotografia
Abbiamo scelto queste tre annate di questo magnifico vino per far vedere in che modo il Sangiovese, se lavorato nel modo giusto, riesce a esprimersi al meglio in termini di complessità e personalità.

Le Pergole Torte, uno dei vini che ha contribuito a rendere grande la storia della viticoltura italiana. Un vino nato dalla visione di Sergio Manetti, uno tra i più grandi viticoltori italiani e la collaborazione del « maestro assaggiatore » dei migliori vini toscani Giulio Gambelli. Un vino rivoluzionario: un Sangiovese in purezza nato in un periodo (gli anni 60/70) in cui la moda era quella del Chianti Classico dove si mischiavano uve bianche e rosse e per questo  fuorilegge, fuori dai dettami del disciplinare. Con questo vino inizia quello che viene comunemente chiamato il « rinascimento del vino italiano ».
Siamo a Radda in Chianti, in una zona puntellata di cipressi, ricca di scheletro nel sottosuolo, su una collina chiamata Montevertine, con le vigne più vecchie piantate nel 1968 che si chiamano appunto Pergole Torte. Le bottiglie indossano le etichette, ogni anno diverse ma sempre con un viso di donna, dell'artista Alberto Manfredi.

Fermentazione in vasche di cemento vetrificato, primo anno in barriques francesi e il secondo in botti di rovere di Slavonia. Un vino che riflette perfettamente il suo territorio. Un vino che sa regalare grandi emozioni e che trova, nella sua sfida con il tempo, un grande alleato.


Alessandro Brullo
Fotografia